Gruppo Tamburini

Gruppo Tamburini

Bontogniali Zeno
Carozzi Sandro
Cortesi Gianluca
Costa Andrea Giovanni
Crameri Luca
Zala Sabina

 
 
Nel 1983 a Poschiavo, alcuni percussionisti poschiavini decisero di creare una nuova formazione musicale e diedero vita al “Gruppo Tamburini”. Negli anni seguenti, nel 1986 in un concerto per la prima volta, i cittadini della Val Poschiavo poterono ammirare regolarmente il Gruppo Tamburini e apprezzare il loro talento.

Il gruppo era formato da pochi membri, tra i quali il loro responsabile e istruttore  Zeno Bontognali.

Il 26 aprile 1996, durante il concerto primaverile a Poschiavo il Gruppo Tamburini, diretto da Zeno Bontognali, ha terminato la sua esibizione con uno spettacolare “Temporale”, tanto vicino alla realtà che sembrava che piovesse in sala!

Il 9 aprile 1998 il gruppo ha dato un saggio del tutto particolare per l’orecchio degli spettatori, ma ha anche deliziato gli occhi con le briose esibizioni delle majorettes “Le favole di Grosotto” .

Nove giorni dopo il Gruppo Tamburini viene invitato a suonare al concerto della Filarmonica Avvenire Brusio diretta da Ivan Nussio; nel Gruppo Tamburini sempre diretto da Zeno Bontognali, uno dei musicanti è il figlio del direttore Ivan Nussio, Paride: un giovane talento (oggi batterista e trombonista). Il gruppo offre al pubblico due esibizioni: un accompagnamento della famosa St. Louis Blus March per banda e sezione di tamburi e una fantasiosa e briosa composizione (produzione propria) di ritmi latini.

Il 17 aprile 1999 i tamburini presentano al pubblico la marcia militare con le nuove leve che hanno molto divertito specialmente durante la loro esibizione “militaresca”. Anche un nuovo brano “I tamburini in cucina a ritmo di Rock”, una gande prensentazione, non facile, conferma la tenacia e l’amore per la musica percussiva.

Il direttore Zeno Bontognali lascia il suo incarico di direttore a Ivan Daguati nel 2005. Negli anni seguenti si aggiungono due giovani, che stanno ancora crescendo in altezza e capacità ritmiche e tecniche: Nicola Pianta e Gianluca Cortesi, nipote d’arte dell’ ex maestro Zeno.

Ivan Daguati nel 2009 lascia la bacchetta a Luca Crameri, che è sempre ancora il direttore responsabile del gruppo.

Nel 2011 il Gruppo Tamburini incrementò notevolmente il numero di musicisti con una gran voglia di suonare e per la prima volta entrò a farvi parte una donna: Tina Crameri.

Fino al 2012 il numero di membri restò invariato: 8 componenti tra i quali due giovani e una donna, Tina Crameri.

Il Gruppo Tamburini ha creato  dei divertenti  e sarcastici “comandamenti”, per esempio:

  1. Le prove di musica sono per i meno bravi. Tu riesci anche senza.
  2. Tu non devi mai mostrare motivazione, interesse e nemmeno iniziativa durante le prove, perché queste sono prerogative del direttore.

Nel 2015 la Filarmonica Comunale Poschiavo con il Gruppo Tamburini, partecipò con successo alla Festa di Circondario a Ftan.

Il Gruppo Tamburini tutt’oggi è formato da 9 membri, uno dei quali  ha chiesto un congedo provvisorio e sono entrati due nuovi membri: Andrea Costa, e Sabina Zala.

Il motto del Gruppo Tamburini:

“Così come il cuore regala il ritmo al corpo, il tamburo coordina il ritmo nel nostro gruppo”.

E ancora: “Suonare nel gruppo tamburini non è solo suonare per se stessi, ma condividere la musica”.

Il veterano Zeno Bontognali afferma che “l’unica medicina per combattere l’anzianità è riuscire ad integrarsi con i giovani…dai 15 ai 70 anni”!

testo: Micaela Santos Silva